BIANCO
BIANCO
ITA
ITA

Attività didattica

Ric. Arch. Alessandro Merlo

Docente titolare del Corso di perfezionamento “Documentazione e gestione degli insediamenti storici minori” (A.A. 2013/2014)
Docente titolare del Corso di perfezionamento “Documentazione e gestione dei beni culturali” (dall'A.A. 2015/2016)
Docente titolare del Seminario Tematico “Rilevare e progettare nel contesto storico: Pietrabuona” (dall'A.A. 2011/2012 all'A.A. 2012/13)
Docente del corso di Rilievo Urbano e Ambientale al V anno del corso di Laurea in Architettura classe 4/S presso la Scuola di Architettura di Firenze (dall’A.A. 2002/2003 all’A.A. 2010/2011)
Docente del corso di Disegno dell’Architettura al I anno del corso di Laurea in Architettura classe LM-4 presso la Scuola di Architettura di Firenze (dall’A.A. 2006/2007 all'A.A. 2011/2012)
Docente al corso di Rilievo dell’Architettura al II anno del corso di Laurea in Architettura classe 4/S presso la Scuola di Architettura di Firenze (A.A. 2009/2010 e dall'A.A. 2012/2013) e al III anno del corso di Laurea Triennale in Scienze dell’Architettura classe 4 presso la Scuola di Architettura di Firenze (A.A. 2005/2006)
Docente del corso di Disegno e Storia dell'Arte al II anno del corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Firenze (A.A. 2011/2012)
Relatore e correlatore di Tesi di Laurea svolte nella Scuola di Architettura di Firenze (dall’A.A. 1998/1999)

Corso di Rilievo dell'Architettura

Prof. Alessandro Merlo
assistenti: Phd Arch. Gaia Lavoratti, Dott. Andrea Aliperta


Programma del corso

Il corso si propone di introdurre gli allievi alle specificità della disciplina, finalizzata alla conoscenza approfondita dell’architettura, fornendo loro i fondamenti teorici, gli strumenti e le metodologie per l’esecuzione e la conduzione delle campagne di rilevamento e per la restituzione tematizzata, attraverso l’applicazione pratica sul costruito storicizzato.
La didattica si articola in lezioni teoriche, comunicazioni tecniche ed esercitazioni pratiche, alternate a cadenza settimanale, in modo da essere assimilabili al numero di crediti previsti. All’interno del corso istituzionale saranno organizzate comunicazioni su argomenti d’interesse che si terranno nell'orario di lezione.


Temi trattati dalle lezioni teoriche

- Le finalità del rilievo scientifico: premesse teoriche e organizzazione disciplinare; la lettura del costruito e i suoi modelli geometrici di riferimento; caratterizzazione storica dell'attività di rilievo; la conoscenza dei processi del costruire; disegno di rilievo e disegno di progetto.
- La misura: il sistema metrico decimale e le unità antropometriche dell'architettura tradizionale; l'approssimazione nella costruzione, nel prelievo delle misure e nella restituzione grafica.
- Le metodologie nella fase di campagna: fondamenti teorici e situazioni di impiego del rilievo diretto o manuale e di quello indiretto, strumentale e fotogrammetrico; impiego integrato; fotografia e rilievo.
- La restituzione grafica: sistemi convenzionali di rappresentazione e rilievo; scale grafiche, simboli, quotatura; rappresentazioni tematiche: processi costruttivi e tecnologie speciali.
- L’uso del computer per il rilievo: esperienze di applicazioni informatiche per la rilevazione e per la restituzione grafica saranno condotte, a condizione che ne esista la effettiva possibilità, durante il corso.
- Il manufatto architettonico: saranno programmate a lato del corso istituzionale una serie di lezioni su temi monografici per la comprensione dell’organismo architettonico.

Le lezioni si terranno nell'orario secondo calendario; sono previsti i seguenti argomenti:
Il rilievo del linguaggio architettonico: ordini e ornato classico
Il rilievo delle volte e delle coperture: forma e geometria.
Il rilievo dell’apparecchiatura muraria: tessitura: materiali, colore, il disegno e le aperture
Il rilievo dei sistemi di collegamento: le scale


Esercitazioni

Le esercitazioni accompagnano lo svolgimento del corso. La loro esecuzione concorre a dimostrare la frequenza ed è fondamentale per il raggiungimento del voto d’esame.
Saranno proposte:
- esercitazioni nell’orario di lezione (ex tempore)
- esercitazioni di rilievo a vista relative ai temi trattati (su apposito album, che conterrà anche il libretto delle misure e verrà periodicamente revisionato)
- tema di rilievo misurato, assegnato ai gruppi di lavoro (3-4 persone) e seguito dal docente e da un assistente.


Modalità di esame

Frequentanti
Per accedere all'esame occorre documentare la conoscenza dei contenuti teorici e pratici della disciplina del rilievo, attraverso l'esecuzione delle esercitazioni specifiche e la redazione di una relazione, secondo le modalità concordate a lezione, da presentarsi prima della scadenza della data dell’esame per consentirne la correzione e l’eventuale rifacimento. Tale relazione, composta da notizie storiche inerenti l’oggetto del rilievo, strumenti e metodi di rilevamento impiegati e fonti bibliografiche consultate, dovrà essere predisposta assieme agli elaborati grafici (restituzione grafica digitalizzata).
Alla data dell’esame saranno consegnati gli elaborati del rilievo misurato (cartaceo e informatizzato), la relazione corretta e l’album personale del rilievo a vista.

Gli elaborati grafici contenuti nelle tavole dovranno essere:
- Planimetria di inquadramento alla scala opportuna(con scala grafica e orientamento);
- Piante misurate significative, scala 1:50 (con scala grafica e orientamento) nella triplice versione: geometrica, quotata e materica;
- Prospetto di tutti i lati liberi, scala 1:50 (con scala grafica e individuazione) nella triplice versione: geometrica, quotata e materica;
- Sezioni, scala 1:50 (con scala grafica e individuazione) nella triplice versione: geometrica, quotata e materica;
- Tavola personale (una per ogni componente del gruppo) contenente un approfondimento su un tema specifico del manufatto architettonico.

I disegni di rilievo, sia delle esercitazioni intermedie che di quella finale dovranno essere redatti su tavole formato A1, non piegate e inserite in una busta trasparente, che verranno restituite una volta sostenuto l’esame. Gli stessi dovranno essere consegnati in copia su tavole A3, che saranno trattenute dal corso.
Tutto il materiale informatizzato prodotto (elaborati scritti e grafici, e le indicazioni di stampa) dovrà essere masterizzato e consegnato in un DVD inserito nelle sopraddette buste.
Il giorno indicato nel calendario didattico come data di esame gli studenti sono chiamati a sostenere una prova scritto-grafica, il superamento della quale è condizione necessaria per sostenere l'esame.

Non frequentanti
Gli studenti che avranno frequentato meno di 1/3 delle lezioni e i fuori corso non frequentanti saranno tenuti, oltre alla presentazione delle esercitazioni ed allo svolgimento della prova scritta previsti per i frequentanti, a sostenere una prova grafica aggiuntiva con votazione sufficiente per poter accedere all’esame.


Crediti attribuiti

Ai fini della didattica in crediti si fa presente che alle esercitazioni individuali a mano libera vengono associati 2 crediti, alle esercitazioni di rilievo di gruppo 3 crediti, alle elaborazioni tematiche individuali 1 credito, all’apprendimento dei contenuti delle lezioni teoriche (da dimostrare nelle prove scritte o relazioni) 2 crediti, per un totale di 8 crediti.


Bibliografia

Docci M., Maestri D., Manuale di rilevamento architettonico e urbano, Edizioni Laterza, Roma-Bari 2009.
Guidi G., Russo M., Beraldin J.-A., Acquisizione 3D e modellazione poligonale, McGraw-Hill, Milano 2010.
Merlo A., Il castello di Pietrabuona, Edizioni ETS, Pisa 2012.
Sacerdote F., Tucci G. (a cura di), Sistemi a scansione per l’architettura e il territorio, Alinea Editrice, Firenze 2007.


Materiale del corso

Carta del Rilievo
Manuale di Archis (metodo Analitico)
Manuale di Archis (metodo Geometrico)
Dispensa di Cyclone
Layout di riferimento per le tavole
Indice della relazione
Storia del Complesso di San Iacopo Sopr'Arno