BIANCO
BIANCO
ITA
ITA

Ricerche

Il gruppo di ricerca, da lungo tempo attivo nel settore del rilevamento e dell'elaborazione digitale dei dati per i beni culturali, ha negli ultimi anni sperimentato – con il fine di sviluppare innovativi strumenti per la gestione della documentazione relativa al cultural heritage – le più avanzate tecnologie scanner laser testandone sia gli hardware che i software correlati.
Ogni progetto del gruppo di ricerca prevede il rilievo del tessuto urbano ed edilizio, integrato dall’individuazione delle invarianti paesistiche, naturalistiche, antropiche e percettivo-visive presenti nel territorio – con particolare riferimento all’ambiente rurale (uso del suolo e tipo di economia) e agli insediamenti che ne fanno parte –, dall’indagine archeologica delle persistenze architettoniche e dallo studio storico dei documenti editi e di archivio.
Le campagne di rilevamento integrato prevedono l'utilizzo di uno scanner laser a variazione di fase (con il quale è possibile rilevare, in pochi giorni, la totalità del patrimonio costruito) e di una stazione totale in grado di impostare una maglia topografica sulla quale mettere a registro le singole nuvole di punti acquisite durante le scansioni.
Parallelamente la compilazione di apposite schede permette l'analisi delle qualità formali, tipologiche e materiche degli edifici dell'insediamento.
Particolare attenzione è posta inoltre all'analisi archeologica delle U.S.M. finalizzata ad evidenziare le fasi di formazione e accrescimento del borgo, alla ricerca storica di fonti edite o di archivio, all’analisi geologica e paesaggistica del sito ed allo studio delle principali testimonianze iconologiche ed icongrafiche conservate nell’insediamento urbano.
I dati di ogni campagna consentono di integrare il modello tridimensionale dell'abitato (ottenuto dall'elaborazione dei dati forniti dallo scanner laser) con un database contenente informazioni sulle sue architetture, dando vita ad un innovativo strumento informatico.

Livorno

La città labronica è stata oggetto, negli ultimi anni, di importanti progetti di ricerca volti alla documentazione ed alla salvaguardia di importanti manufatti architettonici inseriti nel tessuto urbano.


Il porto mediceo

Un importante progetto di ricerca inerente i lacerti delle fortificazioni presenti nel porto mediceo è stato attivato nel gennaio 2008. Ad una fase preliminare di studio sulla bibliografia edita e sull’iconografia esistente che ha consentito di inquadrare dal punto di vista storico-urbano i manufatti oggetto di studio è seguita una campagna di rilievo integrato volta alla documentazione geometrico-descrittiva delle fortificazione mediante l'impiego di una stazione totale e di una unità scanner laser.
Gli esisti di questa prima fase della ricerca hanno permesso di effettuare una serie di letture tematiche legate al dissesto, allo stato di conservazione ed alla datazione delle apparecchiature murarie, che costituiranno una base certa su cui sarà possibile programmare eventuali interventi di consolidamento e restauro in vista di una doverosa valorizzazione e possibile riutilizzazione delle fortificazioni.


Il tempio della Congregazione olandese-alemanna

Il rilievo integrato del tempio della Congregazione olandese-alemanna svolto nel 2010 ha visto l'impiego di uno scanner laser a variazione di fase, le cui caratteristiche prestazionali sono garantite da una funzione di ripresa panoramica capace di restituire un modello a nuvola di punti secondo un angolo di 360 gradi sull’orizzontale e 320 gradi sulla verticale, con una velocità di misurazione di circa 120.000 punti al secondo.
Le successive fasi di messa a registro e restituzione, parallelamente alle ricerche sull’evoluzione storica dell’area dove sorge il tempio, hanno consentito di produrre una puntuale documentazione del manufatto architettonico.


Tesi di laurea

Le ricerche svolte in questi anni su Livorno hanno portato alla compilazione e discussione delle seguenti tesi di laurea:
Maria Sole Benini, La passeggiata a mare di Livorno: proposta di recupero dello “scoglio della regina”, Relatore Alessandro Merlo, A.A. 2006/2007
Raoul Raffalli, La dogana d’acqua a Livorno: dal rilievo al progetto, Relatore Alessandro Merlo, A.A. 2006/2007
Domenico Gaeta, Il molo Cosimo III di Livorno: dal rilievo integrato alla proposta progettuale, Relatore Alessandro Merlo, Correlatori Giorgio Verdiani, Grazia Tucci, A.A. 2008/2009
Teresa Tozzini, Il tempio della Congregazione olandese-alemanna in Livorno: lettura di un edificio speciale, Relatore Alessandro Merlo, A.A. 2010/2011