BIANCO
BIANCO
ITA
ITA

Attività didattica

Prof. Alessandro Merlo

Docente titolare del Master “Documentazione e gestione dei beni culturali” (dall'A.A. 2017/2018)
Docente titolare del Corso di perfezionamento “Documentazione e gestione degli insediamenti storici minori” (A.A. 2013/2014)
Docente titolare del Corso di perfezionamento “Documentazione e gestione dei beni culturali” (dall'A.A. 2015/2016 all'A.A. 2016/2017)
Docente titolare del Seminario Tematico “Rilevare e progettare nel contesto storico: Pietrabuona” (dall'A.A. 2011/2012 all'A.A. 2012/13)
Docente del corso di Rilievo Urbano e Ambientale al V anno del corso di Laurea in Architettura classe 4/S presso la Scuola di Architettura di Firenze (dall’A.A. 2002/2003 all’A.A. 2010/2011)
Docente del corso di Disegno dell’Architettura al I anno del corso di Laurea in Architettura classe LM-4 presso la Scuola di Architettura di Firenze (dall’A.A. 2006/2007 all'A.A. 2011/2012)
Docente al corso di Rilievo dell’Architettura al II anno del corso di Laurea in Architettura classe 4/S presso la Scuola di Architettura di Firenze (A.A. 2009/2010 e dall'A.A. 2012/2013) e al III anno del corso di Laurea Triennale in Scienze dell’Architettura classe 4 presso la Scuola di Architettura di Firenze (A.A. 2005/2006)
Docente del corso di Disegno e Storia dell'Arte al II anno del corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria presso la Facoltà di Scienze della Formazione di Firenze (A.A. 2011/2012)
Relatore e correlatore di Tesi di Laurea svolte nella Scuola di Architettura di Firenze (dall’A.A. 1998/1999)

Master di II livello

Documentazione e gestione dei beni culturali
A.A. 2017/2018

Il principale obiettivo del master è quello di formare dei professionisti nell’ambito della conservazione e gestione del patrimonio culturale in grado di: generare processi di sviluppo sostenibile delle aree interessate; operare a livelli diversi all’interno delle P.A., dell’associazionismo e di enti privati; sviluppare le capacità di lavoro in equipe all’interno di un panorama pluridisciplinare; generare percorsi partecipativi a scale differenti, con il fine di dare avvio ad iniziative in grado di valorizzare i beni culturali.
Scarica il pieghevole
Scarica il decreto istitutivo


Tematiche del master

Il master offre agli iscritti molteplici attività formative che, grazie anche alla pluridisciplinarità dei temi trattati, contribuiranno al raggiungimento delle competenze necessarie ad operare consapevolmente in un ambito complesso come quello dei beni culturali.
Nello specifico il corso sarà strutturato in:

  • Lezioni frontali, che si avvarranno anche di comunicazioni impartite da esperti esterni di provata esperienza
  • Analisi di casi esemplari realizzati in ambito nazionale e internazionale
  • Esercitazioni su casi di studio, da realizzarsi mediante la formula del laboratorio
  • Visite guidate
  • Approfondimenti personali dei temi trattati in ciascuna materia da realizzarsi mediante tutoria
  • Tirocinio formativo presso un ente o un’azienda
  • Elaborazione di un Progetto Finale del Corso

In particolare le lezioni frontali riguarderanno tematiche relative a:

  • Fonti storico-archivistiche
  • Archeologia dell’architettura
  • Storia dell’architettura e dell’arte
  • Geologia e geomorfologia
  • Analisi urbana e territoriale
  • Analisi della struttura agronomica e naturale dei luoghi
  • Sociologia urbana
  • Analisi statica dell'edilizia storica
  • Sostenibilità degli interventi nel patrimonio culturale
  • Rappresentazione 3D avanzata
  • Comunicazione per i beni culturali
  • Aspetti normativi e giuridici
  • Gestione dei beni culturali, con particolare attenzione a:
    - Piani di gestione: metodi e tecniche
    - Patrimonio e turismo culturale
    - Valutazione economica del progetto
    - Reperimento fondi e bandi di ricerca
  • Progetto contemporaneo nel contesto storicizzato
  • Conservazione e valorizzazione dei beni culturali
  • Progetto, conservazione e valorizzazione del paesaggio culturale

Il Progetto Finale del Corso riguarderà:

  • il progetto, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale
  • il progetto, la conservazione e la valorizzazione del paesaggio culturale
  • la gestione del patrimonio culturale
  • la comunicazione del patrimonio culturale

Mercato del lavoro di riferimento

Il master mira a formare professionisti in grado di operare a livelli diversi all’interno delle pubbliche amministrazioni, dell’associazionismo e di enti privati in merito alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio culturale.
Il master si propone di formare un professionista capace di comprendere e analizzare, sia a livello locale che regionale, i processi di conservazione e gestione dei beni culturali e di progettare modalità di intervento in grado di promuovere il patrimonio stesso traendone benefici per la comunità.


Destinatari del corso

I destinatari del corso sono laureati in Architettura, Ingegneria Civile, Ingegneria Edile, Archeologia, Storia, Antropologia, Scienze Sociali o titoli affini.
Vedi decreto istitutivo


Crediti formativi

Il corso eroga 60 CFU, suddivisi in 48 CFU di didattica frontale, 6 CFU di tirocinio e 6 CFU per il Progetto Finale del Corso.
Il master è organizzato in collaborazione con la Federazione degli Ordini degli Architetti PPC Toscani, che riconoscerà CFP (convenzione in corso di stipula). Si avvarrà inoltre di alcuni partner privati e pubblici. È data facoltà ai rappresentanti di tali enti di intervenire nel corso mediante lezioni e comunicazioni pertinenti ai contenuti delle stesse.


Svolgimento del master

Il master è articolato su un anno accademico. Le lezioni si svolgeranno nel periodo 12 Gennaio 2018 – 27 Ottobre 2018 nei giorni di venerdì e sabato (tutti i venerdì ed i seguenti sabato: 20/01/2018, 3/02/2018, 17/02/2018, 3/03/2018, 17/03/2018, 7/04/2018, 21/04/2018, 5/05/2018, 19/05/2018, 16/06/2018, 7/07/2018, 21/07/2018, 15/09/2018, 6/10/2018, 20/10/2018 e 27/10/2018).


Selezione dei candidati

Il master verrà attivato al raggiungimento di 5 iscritti, per un massimo di 20 iscritti. La selezione dei candidati all’iscrizione al master consiste nell’esame dei curricula e dei titoli presentati dai candidati.


Iscrizioni

Per effettuare l’iscrizione è necessario compilare il modulo e seguire la procedura riportata sul sito dell'Università degli Studi di Firenze.
Le scadenze per la presentazione delle domande sono le seguenti:

  • Scadenza consegna domanda di ammissione: 12/12/2017
  • Pubblicazione in bacheca Segreteria Post-Laurea e Dipartimento della graduatoria degli ammessi: 13/12/2017
  • Scadenza consegna domanda di iscrizione: 28/12/2017

La quota di iscrizione è di € 2.500, da pagare in due soluzioni di pari importo: la prima rata delle tasse dovrà essere pagata all’atto dell’iscrizione; la seconda rata delle tasse dovrà essere pagata entro quattro mesi dalla scadenza per le iscrizioni.


Coordinamento scientifico e Segreteria

Corso istituito all'interno dal DiDA – Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze

Direttore del corso: Prof. Alessandro Merlo
DiDA: Dipartimento di Architettura (Firenze)

Segreteria didattica: Ph.D. Gaia Lavoratti
DiDA: Dipartimento di Architettura (Firenze)
e-mail: info@rilievourbano.org