BIANCO
BIANCO
ITA

Valleriana

La Valleriana è un territorio con una forte individualità originata dalle singolari caratteristiche orografiche delle sue strette valli – le cui arterie stradali hanno consentito per secoli il passaggio di persone e lo scambio dei beni tra la Toscana e il Bolognese – e dalla presenza dei dieci borghi che le costellano, i quali, nati sul territorio in base a rigide logiche militari, hanno vissuto momenti di fasto sia politico che economico con indubbie ripercussioni sulle loro architetture. Gli ultimi sessanta anni hanno visto il progressivo abbandono di questi centri che sono andati progressivamente impoverendosi di uomini e mezzi e solo ultimamente il loro declino sembra arrestato grazie al rinnovato interesse – in prevalenza turistico – che stranieri e italiani desiderosi di ritrovare le proprie radici, mostrano verso queste realtà marginali di indubbio valore storico, paesaggistico ed urbano.

  • Aramo
  • Sorana
  • Pietrabuona
  • Fibbialla (in attesa di finanziamento)
  • Castelvecchio (in attesa di finanziamento)
  • San Quirico (in attesa di finanziamento)
  • Vellano (in attesa di finanziamento)
  • Pontito (in attesa di finanziamento)
  • Stiappa (in attesa di finanziamento)
  • Medicina (in attesa di finanziamento)

Pietrabuona

Con la stessa logica e le medesime modalità operative delle ricerche svolte ad Aramo e a Sorana, dal gennaio 2011 ha preso il via un terzo progetto, volto all’analisi ed alla documentazione del castello di Pietrabuona, finalizzato ad evidenziare, tramite gli strumenti del disegno e della rappresentazione, le peculiari qualità urbano-ambientali del costruito e a sviluppare un sistema di archiviazione dati capace di soddisfare necessità urbanistiche ed amministrativo ed inerenti la salvaguardia e la valorizzazione del castello medesimo.

Il rilievo integrato del borgo

La ricerca ha avuto il fine di evidenziare, tramite gli strumenti del disegno e della rappresentazione, le peculiari qualità urbano-ambientali del castello di Pietrabuona, che devono essere conosciute, preservate e valorizzate.
Il progetto è stato rivolto quindi alla realizzazione di un rilievo integrato del castello di Pietrabuona ed allo sviluppo di un sistema di archiviazione dati capace di soddisfare anche le necessità inerenti la salvaguardia e la valorizzazione del castello medesimo.
Gli esiti finali e completi della ricerca sono confluiti nella doppia pubblicazione:
Alessandro Merlo, Il castello di Pietrabuona, Quaderni di Rilievo Urbano n° 2, Edizioni ETS, Pisa 2012, pagg. 246, ISBN 978-884673435-8.
Gaia Lavoratti (a cura di), Il castello di Pietrabuona: materiali per la ricerca, Quaderni di Rilievo Urbano n° 2, Edizioni ETS, Pisa 2010, DVD, ISBN 978-884673436-5.
Scarica la copertina
Scarica un estratto
I primi risultati degli studi condotti, inoltre, sono stati esposti in alcuni convegni a carattere internazionale e sono stati pubblicati nei relativi atti.
Scarica gli articoli


La rocca

La rocca di Pietrabuona, documentata a partire dal XIII secolo, ma di costruzione sicuramente anteriore, costituisce una delle più importanti e pregevoli architetture storiche dell'antico castello. Nata come “Ecclesia S. Mathei de Petrabona”, nel XIV secolo venne privata delle sue funzioni religiose per assumerne altre prettamente difensive.
Questa particolare struttura architettonica è stata oggetto di una tesi di laurea (Andrea Aliperta, La rocca di Pietrabuona. Patrimonio del passato, patrimonio del futuro, Relatore Alessandro Merlo, Correlatori Riccardo Butini, Filippo Fantini, A.A. 2011/2012) sviluppata all'interno del progetto di ricerca generale.
Tale contributo, partendo dai dati desunti dal rilievo integrato condotto sul manufatto, oltre ad introdurre soluzioni innovative per la tutela e la salvaguardia del bene architettonico, propone soluzioni progettuali contemporanee mirate al riutilizzo funzionale dell'edificio.


Le cartiere

La cartiera Bocci di Borgo La Croce è stata oggetto alcune tesi di laurea discusse durante l'A.A. 2013/2014. Alcuni estratti di tali tesi sono stati pubblicati nel volume:
Alessandro Merlo, Riccardo Butini (a cura di), La cartiera Bocci di Pietrabuona. Documentazione e valorizzazione, DIDAtesi n.1, Firenze 2014


Seminario Tematico

In linea con le nuove disposizioni ministeriali, nel novembre 2011 è stato istituito, per l'anno accademico 2011/2012, il Seminario Tematico "Rilevare e progettare nel contesto storico: Pietrabuona (Pescia, PT)”, coordinato dal professor Alessandro Merlo, afferente al DIDA: Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze.
L’attività proposta, tra le prime approvate dalla Scuola di Architettura, ha visto un gruppo di 10 docenti e 40 studenti dell'Ateneo fiorentino lavorare su Pietrabuona per un intero anno accademico, prefiggendosi lo scopo di fornire all'allievo gli strumenti necessari (culturali e tecnico-operativi) per condurre delle campagne di rilevamento a scala urbana e architettonica, finalizzate alla lettura dei dati ambientali (antropici e naturalistici) indispensabili per poter intraprendere un percorso progettuale consapevole all’interno dei centri storici.
Il successo dell'esperienza ne ha consentito la riproposizione nell'anno accademico 2012/2013.
Maggiori informazioni


Pietrabuona 2012

La ricerca condotta negli ultimi due anni dal gruppo pluridisciplinare (formata da architetti rilevatori e paesaggisti, archeologi medievali, storici e geologi) coordinato dal prof. Alessandro Merlo ed i primi esiti dell’esperienza pilota del Seminario Tematico "Rilevare e progettare nel contesto storico: Pietrabuona (Pescia, PT)" presente nell’offerta formativa della Scuola di Architettura di Firenze hanno prodotto un’approfondita documentazione del castello di Pietrabuona che consente la formulazione di alcune proposte progettuali.
Scarica la locandina
Scarica il programma del workshop
Scarica il programma della giornata di studi
Vai al Workshop Pietrabuona 2012

Nel workshop internazionale "Documentazione e valorizzazione del castello di Pietrabuona" (Pietrabuona, 22-26 ottobre 2012) un gruppo di allievi (studenti e dottorandi in Architettura e Ingegneria), provenienti da differenti università e coordinati da docenti e tutors, si è confrontato su queste tematiche ed ha redatto dei progetti mirati e consapevoli all’interno del contesto storicizzato in oggetto.

Gli esiti di tale esperienza sono stati discussi durante la Giornata di studi "Strategie per la salvaguardia e la valorizzazione degli insediamenti medievali" (Pinacoteca di Pescia, 27 ottobre 2012), durante la quale è stata inaugurata anche la mostra "Documentazione e valorizzazione del castello di Pietrabuona" (Pinacoteca di Pescia, 27 ottobre - 3 novembre 2012) e presentato il volume Il castello di Pietrabuona edito da ETS.
Tra i lavori prodotti durante il workshop ed esposti durante la Giornata di studi, la giuria composta dall’Ingegner Alessandro Baldi (Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pistoia), dall’Architetto Gianfranco Franchi (in rappresentanza del Presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Pistoia) e dall’Architetto Simone Pedonese (Dirigente dell’Ufficio Urbanistica del Comune di Pescia), hanno ritenuto di conferire un premio al progetto che più degli altri ha saputo dare risposta alle esigenze del luogo e di menzionare altri due progetti per le loro peculiarità.

Primo Premio
Gruppo: Politecnico di Valencia, Facoltà di Architettura
Professori responsabili: Salvador Lara Ortega, Francisco Juan Vidal
Tutors: Mireia Perepérez, Rosa Serralta
Partecipanti: Verónica Barrera Ibáñez, Joan Cordon Llacer, Blanca Martin Gazulla, Italo Gabriele Mazzoleni, Garzón Laura Balaguer, Rosa Cantos Cortijo, Alicia Mancheño Mompó, Elia Martinez Fernandez, Rocío Morales Esteban, Belén Palao Real

Menzioni
Gruppo: Facoltà di Ingegneria di Bologna
Professori responsabili: Giorgio Praderio
Tutor: Luigi Bartolomei
Partecipanti: Chiara Aiello, Tommaso Cavazza, Francesco Ciampolini, Andrea Conti, Alessandro Pacini

Gruppo: Facoltà di Architettura di Ferrara
Professori responsabili: Riccardo Dalla Negra
Tutor: Francesco Guidi
Partecipanti: Ottavia Pirazzini, Paola Torriani, Elisabetta Toscano, Giulia Ventura

Gli atti del convegno e le tavole della mostra sono confluiti nel volume:
Alessandro Merlo, Gaia Lavoratti (a cura di), Pietrabuona. Strategie per la salvaguardia e la valorizzazione degli insediamenti medioevali, DIDA Workshop, Firenze 2014, ISBN 978-889608015-3.
Scarica la copertina